Bonus vacanze: come ottenerlo e quando richiederlo

Il Governo italiano ha stanziato delle misure economiche che mirino a supportare non solo le aziende ma anche le famiglie italiane.

Tra i tanti aiuti che sono stati erogati, è previsto anche il bonus vacanze.

Quest’ultimo sarà di 500 euro e la cifra sarà valida per tutto il nucleo familiare, quindi non sarà possibile richiedere la somma da parte di ogni singolo membro della famiglia, ma questo non è tutto.

Bonus vacanze: come ottenerlo

Si sente sempre più spesso parlare del bonus vacanze, ovvero della cifra che il Governo ha deciso di garantire alle famiglie per poter trascorrere le vacanze in Italia.

Va subito chiarito però che la somma può variare in base al numero di componenti della famiglia.

Questo significa che se ci sono solo 2 membri, il totale scende a 300 euro, mentre se a richiederlo è una persona single, l’importo diventa la metà.

Ci sono però ancora molti dubbi riguardo le modalità che si dovranno utilizzare per poterlo ottenere, anche se a quanto pare deve semplicemente essere richiesto presso la struttura che si intende prenotare.

Non saranno presenti quindi moduli da dover precompilare per poter riuscire ad ottenere il bonus, ma ci si dovrà rivolgere solo alla struttura ricettiva.

È bene sottolineare immediatamente però che la somma in questione non potrà essere valida per tutte quelle prenotazioni che vengono svolte tramite piattaforme online, come Booking.com, Expedia o lo stesso Salabam.

Per ora si sa anche che si deve conservare la fattura o ricevuta che attesti il pagamento del soggiorno, che dovrà essere di almeno 3 notti consecutive, all’interno della stessa struttura ricettiva.

Oltre a questo, la somma deve essere spesa con un’unica soluzione.

Si ricorda anche che sulla ricevuta di pagamento dovrà comparire il codice fiscale di chi ha richiesto la tax credit.

Inoltre, il Ministero dei Beni e delle attività culturali e del Turismo deve anche confermare se sarà necessario o meno utilizzare un’app o una piattaforma per poter utilizzare il bonus in questione.Sembrerebbe infatti che un’altra via sarebbe quella di registrarsi su un’apposita piattaforma online, che rilascerebbe un codice a barre, dopo che la persona avrebbe inserito sull’applicazione tutta la documentazione necessaria.

Quest’ultimo dovrà poi essere scansionato dal proprietario della struttura ricettiva, nel momento in cui si prenota.
Anche questa via però è ancora da confermare.

Quando richiederlo

Il bonus deve essere richiesto dal 1° luglio fino al 31 dicembre 2020, anche perché è questo il suo tempo di utilizzo.
Non esiste una tempistica che limiti entro quando presentare eventuali moduli o richieste, almeno fino a comunicazione successiva da parte del Governo, anche perché il tutto dipende da quando la famiglia voglia andare in vacanza.

L’importante è utilizzare il bonus in questione entro le date indicate, altrimenti scadrà.

I requisiti da rispettare

Esistono altri requisiti che devono essere rispettati al fine di ottenere il bonus vacanze, come ad esempio il fatto di possedere un ISEE che non superi i 40mila euro annui.

Si deve aggiungere che non saranno validi gli sconti in questione, per chi prenoterà la vacanza tramite piattaforme online che fanno da intermediari.

Per la precisione, il bonus è diviso inoltre in due parti: lo sconto maggiore è quello dell’80% e viene direttamente riconosciuto dalla struttura ricettiva, mentre il 20% potrà essere detratto nel momento in cui si fa la dichiarazione dei redditi.

Questo significa che l’albergatore riceverà una tax credit che possa garantirgli la somma corrispondente allo sconto dell’80% applicato al cliente.

Come si è visto, si tratta di un bonus conveniente, anche se molte piattaforme di prenotazione hanno protestato per la loro esclusione dalla tax credit.