Welfare Aziendale: con Salabam è tutto più facile e flessibile

Il welfare aziendale è ormai una realtà anche italiana, e, grazie alla legge di Stabilità 2016, i premi di produzione che il dipendente può convertire in benefit, aumentano di numero, abbracciando sempre più tipologie di mercato.

Welfare Aziendale Salabam, cos’è

Tra i benefit previsti dalle politiche di welfare aziendale figurano anche i viaggi, una forma di premio che, assieme alle altre, ha come fine quello di andare incontro ai bisogni e alle esigenze di un lavoratore, in modo da migliorarne la qualità della vita.  Questa forma di benefit negli ultimi anni è diventata una delle più apprezzate dai dipendenti anche perché consente di prendersi una pausa relax con tutta la famiglia. I viaggi sono fruibili, generalmente, tramite voucher e consentono di trascorrere un periodo di tempo con la famiglia, da soli o in coppia nella località selezionata. I vantaggi di questi benefit, soprattutto per le aziende, sono certamente una migliore produttività del dipendente sia in vista dell’ottenimento del benefit che una volta fruito del viaggio: i dipendenti staccano e ritornano più carichi al lavoro.

Per il lavoratore il vantaggio è evidente: può beneficiare della vacanza desiderata senza intervenire direttamente sul budget familiare, ma utilizzando il premio di produttività non sotto forma di denaro, ma trasformandolo in benefit. Ricordiamo che secondo la Legge di Stabilità 2016, chi sceglie di convertire il premio produzione in quelli che vengono chiamati flexible benefits, non devono rispondere a nessuna tassazione, aumentando, quindi, notevolmente il proprio potere di acquisto.

Salabam si inserisce nelle offerte di welfare aziendale, proponendo proprio il viaggio come premio produzione, attraverso l’emissione di voucher molto convenienti. Salabam è una società innovativa che si è distinta nel settore turistico con una nuova formula che consiste nel dare la possibilità di regalare una vacanza direttamente dal web, inviando il viaggio regalo via e-mail al beneficiario, che, quindi, non deve fare altro che collegarsi al sito e scegliere la struttura desiderata, potendo inoltre verificare in tempo reale la disponibilità della stessa.

Grazie ai voucher di welfare aziendale Salabam, che valgono 16 mesi dalla data di rilascio, un dipendente ha la possibilità di prenotare una vacanza in Italia o all’estero, avendo così a disposizione un’ampia scelta di strutture situate al mare, in montagna o nelle città d’arte, come anche una vacanza all’insegna del relax nelle strutture specializzate.

Come utilizzare il welfare aziendale Salabam

Voucher salabamL’utilizzo dei voucher di welfare Salabam è molto semplice e intuitivo. Una volta richiesto il voucher Salabam attraverso la piattaforma welfare, si potrà procedere alla prenotazione della vacanza.

A questo punto siamo pronti a cercare la località che si desidera, anche a seconda del budget a disposizione, e il sistema comunica in tempo reale la disponibilità delle varie strutture ricettive. Una volta selezionata la località e la struttura disponibile si può scegliere il numero di notti, il numero di persone, e il tipo di sistemazione. Son disponibili più di 200.000 proposte sulla piattaforma Salabam, basta solo scegliere in base al periodo quella che si conforma alle personali necessità di viaggio preferenze. Il soggiorno è fruibile, come abbiamo detto, entro 16 mesi a partire dal momento della prenotazione.

Unica limitazione, puramente di natura legale, è dovuta al fatto che il prodotto è un flexible benefit, e di conseguenza, attraverso la piattaforma di Salabam non si possono integrare notti o servizi aggiuntivi al di là del budget assegnato per il welfare, quindi, se una volta che ci si trova nella località vacanziera, si dovesse decidere di trascorrere altro tempo in hotel o comunque nella struttura scelta, ci si potrà accordare direttamente con questa per prorogare il soggiorno per il numero di notti che si desidera.

Perché scegliere il flexible benefit

L’utilizzo di questa forma di premio di produzione è in uso già da diversi anni in altri paesi come gli USA. In Italia esisteva quello che può essere definito un prodromo di questa prassi, ma che si era arenato al panettone con spumante a natale o con la classica scatola di cioccolatini, per non parlare dei gadget, spesso inutili, dell’azienda come portachiavi, magliette, agende. Ovviamente, sebbene certi regali potessero fare simpatia, non erano certo il modo migliore di incentivare un dipendente verso una migliore produttività e performance. Oggi però finalmente si è riusciti a entrare in quest’ottica, grazie anche agli incentivi del Governo italiano che ha deciso di detassare totalmente questi flexible benefit quindi il valore del premio rimane intatto sia per il lavoratore che lo percepisce, sia per l’azienda che lo eroga.

E allora abbiamo già una motivazione più che valida per la scelta di questa possibilità: a differenza di un premio in denaro, i flexible benefit non vengono tassati e possono essere fruiti interamente.  Ci troviamo di fronte a un aiuto sostanziale che si riflette sull’economia di entrambe le parti.

In secondo luogo  si parla di viaggi, e tutti sappiamo quanto la vacanza, per gli italiani, sia un argomento interessante. In genere la maggior parte degli italiani risparmia tutto l’anno per potersi permettere anche una sola settimana di vacanza magari in spiaggia, o ai Caraibi, o perché no, in montagna. Con i flexible benefit, invece, non c’è bisogno di mettere via alacremente ogni risparmio, perché il viaggio lo regala l’azienda. Ma no solo, si può fruire del viaggio aziendale e, aggiungendo qualche risparmio, si può allungare la vacanza, quindi sempre con un grosso vantaggio rispetto alla spesa che si prospettava per le ferie.

Scegliendo il voucher Salabam come benefit aziendale si somma un altro vantaggio a quelli già elencati: infatti, se il benefit, poniamo, fosse di 2000 euro, potremmo scegliere un viaggio Salabam di 1500. Con la rimanenza, quindi con i 500 euro restanti, si può fruire di un altro benefit che rientri in quel valore, come magari un corso di lingue per sé o per il figli, dato che anche questi rientrano tra i benefit fruibili dai dipendenti di un’azienda.

Previsioni per i benefit aziendali nei prossimi anni

E dunque come si prospetta il futuro dei welfare aziendali? Le previsioni a riguardo sono positive, come anche la risposta che le aziende stanno dando a questi incentivi, proponendo sempre più servizi e opportunità ai loro dipendenti. Sembra quindi che ci siano tutti i presupposti per vedere decollare definitivamente questo sistema.

Recuperare terreno rispetto alle aziende d’oltre mare non sarà sicuramente facile, ma la strada è ormai spianata. Tocca ora alle aziende capire l’importanza della politica di welfare attuale e investirci più di quanto hanno fatto fino ad oggi. Il dipendente non è più un mero lavoratore che svolge il compitino, ma è parte integrante dei progetti aziendali e come tale deve ricevere quel riconoscimento, quei premi di produttività, che lo fanno sentire importante, con un impegno lavorativo crescente a tutto vantaggio suo e della sua azienda.

Più potere d’acquisto per i tuoi dipendenti, scopri Salabam