Fiscalità e regali aziendali (omaggi): cosa devi sapere su IVA e detrazione

Quando si avvicinano le feste una cosa a cui devi pensare sono gli omaggi ai clienti e ai dipendenti. La cosa ti sfianca da una parte, ma dall’altra ti fa sorridere perché rivedi te bambino che aspetti tuo padre che torna a casa l’ultimo giorno di lavoro prima delle ferie di Natale. È carico di buste, ha in mano un panettone con la bottiglia di spumante, una scatola di cioccolatini, l’immancabile profumo per la mamma e il plaid a quadretti. Erano i regali di Natale dell’azienda dove lavorava, un omaggio per tutti i dipendenti sospeso tra la benevolenza e quel pizzico di marketing che non guastava. Anche oggi in effetti il dare omaggi, soprattutto ai clienti, ha una duplice valenza, quella di ringraziare per aver scelto la tua azienda e quella di rendere visibile il tuo brand. Ma per quanto riguarda il trattamento fiscale di questi omaggi come ti devi regolare?

Trattamento fiscale omaggi 2017

Se hai deciso di regalare degli omaggi ai tuoi clienti o ai tuoi dipendenti, devi sapere che ci sono alcune strade che puoi percorrere per rientrare delle spese. Normalmente anche gli omaggi sono regolamentati da un trattamento fiscale opportuno, quindi possono essere inquadrati nell’abito di quelle che sono le imposte Irap, Ires e Iva. Una delle possibilità che hai, però, è quella di far rientrare gli omaggi tra quelle che di solito vengono chiamate spese di rappresentanza. Di cosa si tratta? Le spese di rappresentanza sono quelle spese che includono, appunto, anche gli omaggi. Queste spese sono deducibili dal reddito purché rispettino alcune condizioni. Iniziamo appunto a parlare di deducibilità degli omaggi e di capire se e quali si possono detrarre.

Regali di rappresentanza, quali tipi di omaggio vi rientrano

Allora, mettiamo subito in chiaro una cosa, non si può detrarre tutto quello che regali ai tuoi clienti o ai tuoi dipendenti, al di là di quelli che sono i regali aziendali che fanno parte delle tue politiche di welfare. Se decidi di regalare al cliente, ma anche al dipendente, un cesto natalizio con la porchetta sotto vuoto e un Cannonau di Jerzu, una scatola di cantucci o panforte, a quel punto è ovvio che si tratta di un omaggio natalizio che può senza dubbio essere incluso tra i regali di rappresentanza. Se invece ti viene in mente di regalare un pacchetto salabam viaggi, a quel punto il discorso potrebbe essere più complesso, se il cliente è molto importante regalagli un soggiorno di lusso a prescindere dalle detrazioni, ne sarà valsa la pena comunque.

Tornando alla normativa, invece, per quanto riguarda la deducibilità, il tuo omaggio deve rispettare dei principi, ovvero, quelli della strumentalità e della competenza. Le spese sostenute con questa finalità, quindi promozionali o di pubbliche relazioni, devono essere coerenti e ragionevoli. Ovviamente devono essere erogate a titolo gratuito, devono avere una finalità promozionale e deve essere, soprattutto, commisurata all’obiettivo  economico che si ha intenzione di raggiungere. Bisogna inoltre conservare tutta la documentazione inerente l’acquisto.

Torniamo ai viaggi. Se si vuole regalare al proprio cliente un soggiorno e farlo includere tra i regali di rappresentanza, si deve fare in modo che il viaggio abbia una finalità di vendita o promozione dei prodotti o servizi dell’azienda. Alla stessa stregua vengono trattate le feste  o i ricevimenti organizzati dall’azienda. A questo punto conviene dare uno sguardo ai diversi scaglioni di deducibilità per le spese di rappresentanza:

  • Fino a 10 milioni di euro le spese sono detraibili all’1,3%
  • Tra 10 e 50 milioni di euro sono deducibili allo 0.5%
  • Oltre i 50 milioni di euro sono deducibili allo 0,1%

Quindi per quanto riguarda il primo scaglione si potranno spendere circa 130 mila euro di spese di rappresentanza, nel secondo scaglione 330 mila e nel terzo scaglione 350 mila.

Fatturazione omaggi a clienti e dipendenti

cesto natalizioQuando acquisti gli omaggi da dare poi ai tuoi clienti devi fare una distinzione tra quelli che fanno parte dell’attività d’impresa, quindi si parla di acquisto delle materie prime, e tra quelli che invece non fanno parte dell’attività d’impresa, e questo perché il trattamento dell’IVA è differente in questi due casi. I beni che abbiamo visto far parte delle spese di rappresentanza, hanno un’IVA detraibile, nel caso in cui non facciano parte di quelli che possono essere classificati come beni non oggetto dell’attività d’impresa, quindi se la tua azienda produce giocattoli e ai tuoi clienti regali cioccolatini, stai certo che l’IVA sarà detraibile secondo la normativa dei regali di rappresentanza. Il discorso cambia se invece vai a regalare dei prodotti dell’azienda, quindi se la tua azienda produce panettoni e tu come omaggio regali i tuoi panettoni, non potrai qualificarli come spese di rappresentanza, per cui verranno trattati come un normale acquisto e di conseguenza dovrai detrarre l’IVA secondo la normativa ordinaria inerente.

L’imponibile ai fini IVA come viene calcolato quindi? Secondo l’art. 13 del D.P.R. 633/1972 la base imponibile deve essere costituita dal prezzo di acquisto o eventualmente dal prezzo di costo del bene che si deve regalare.

Cosa accade poi quando vai a regalare quegli omaggi? Anche qui il discorso cambia a seconda che tu debba regalare prodotti della tua azienda o oggetti estranei a quella che è la tua produzione. Nel caso di cessione di oggetti della produzione aziendale dovrai emettere regolare fattura con addebito dell’IVA, in questo caso il cliente riceve l’omaggio e paga l’imposta, ma puoi decidere anche di non esercitare la rivalsa dell’IVA e pagarla tu come azienda, facendo in modo che l’omaggio per il cliente sia effettivamente tale. Nel caso invece tu debba regalare prodotti non di produzione aziendale, sarai esentato dall’imposizione dell’IVA, non dovrai emettere fattura, ma ti occorrerà emettere un DDT con causale omaggio.

Omaggi e welfare, due strategie vincenti

Come è facile dedurre, sia gli omaggi che i regali che rientrano nel welfare aziendale sono tutte soluzioni business che servono a migliorare la qualità della vita dei lavoratori in azienda, ma anche la produttività e il rapporto con i clienti. Oggi la fidelizzazione sia dei lavoratori che dei clienti, in un ambito così competitivo, è fondamentale, ecco perché è necessario fare in modo che sia gli uni che gli altri continuino a preferire la nostra azienda a quella degli altri.

Che tu debba fare un omaggio ai tuoi clienti o un regalo aziendale ai tuoi dipendenti, un voucher salabam è sempre una soluzione gradita.

Contattaci per una consulenza mirata al tuo caso